Contattami

Seguimi su facebook

  • Wix Facebook page

Lavorazione

MODELLARE

Il pezzo d' Art Clay si può modellare liberamente schiacciandolo o arrotolandolo in palline come per l’argilla normale. Questa è una delle grandi carattetistiche di questo materiale, potete creare delle morbide espressioni con argento puro come se questo fosse argilla..., potete usare differenti tipi di prodotti combinati tra loro o individualmente, dipende dal progetto che desiderate realizzare.

 

Le 5 tappe della lavorazione

ASCIUGARE

L' asciugatura si può realizzare in diversi modi, il tempo d’asciugatura cambia a seconda della tecnica utilizzata: Asciugacapelli: 10-15 minuti con un phon di 1200w. Disidratatori d’alimenti: almeno 10 minuti a 60°C/145°F. Forno elettrico: almeno 10 minuti a 180°C/330°F. Asciugatura naturale: almeno 24 ore a temperatura ambiente. Quando i pezzi si asciugano naturalmente diventano simili al gesso. Per essere sicuri che un pezzo è completamente asciutto, metterlo sopra una superficie d’ acciaio, vetro o plastica, meglio se scura, dopo 20-30 secondi alzarlo. Se non c’è segno d' umidità sulla superficie, allora è asciutto..

RITOCCARE

È possibile smerigliare, tagliare ed aggiungere altro Art Clay. 
Le rotture possono essere stuccate con la crema. 
I pezzi possono essere: 

  • modellati e resi lisci con una limetta.

  • intagliati con gli utensili da intaglio per argilla

  • incollati ad altri pezzi asciutti con un po' di crema con la quale si possono incorporare anche ganci o anellini adatti alla cottura (99%).


CUOCERE

Durata e tempo di cottura a dipendenza del tipo di prodotto usato (vedi tabella dei tempi di cottura). 
Prima di essere cotti i pezzi devono essere completamente asciutti, in caso contrario si possono rompere o scoppiare. 
La nuova linea di prodotti 650 permette di cuocere da 650°C, per cui si possono combinare con altri materiali come vetro, porcellana o ceramica, facendo attenzione a non superare la temperatura di fusione.

RIFINIRE

Dopo la cottura la superficie si copre di una struttura cristallina biancastra dovuta alla cristallizzazione dell’argento. Con la pulitura dei pezzi si possono creare effetti di lucentezza metallica o di puro argento. Per la pulizia si possono usare uno spazzolino metallico, carta vetrata, un lucidatore o della pelle di bufalo, dipende dall’effetto che desiderate ottenere. I pezzi dopo la cottura sono d' argento puro per cui il colore può essere scurito facendolo reagire in acqua con soluzione di zolfo. Questo processo si chiama solforizzazione. Ci sono diversi modi per trattare le superfici. Un trattamento adeguato può mantenere la lucentezza a lungo dopo la realizzazione dei pezzi.